HABITAT: dimensioni di luoghi e persone

a cura di Pentesilea

7 – 13 novembre 2012

via Carlo Alberto 16
piano nobile di Palazzo Birago
Camera di commercio di Torino

Habitat: dimensioni di luoghi e persone

Cinque artisti propongono la loro interpretazione sull’abitazione come concetto fisico e spirituale, dimensione di vita e appartenenza. Gli artisti sono invitati all’esposizione e intervenire alla serata dell’11 novembre, per interagire con le proposte di lettura delle opere d’arte. Gli artisti invitati sono: Yael Plat, Chen Li, Bastian Arler, Lisa Parmigiani+Cristina Brunelli, Monia Mercadante.  

catalogo HABITAT

_________________________________

Habitat: dimensione di luoghi e di persone fa parte di

abiTO
(persone, tempi e luoghi dell’abitare)
per la terza edizione di

civilMente

novembre 2012

Parlare di temi legati all’economia civile, alla cittadinanza, allo sviluppo sostenibile, attraverso il linguaggio dell’Arte, meglio delle diverse arti: è questo l’obiettivo di civilMente – rassegna sulla responsabilità civile e l’imprenditorialità sociale.
10 giorni di appuntamenti che parleranno e faranno parlare di sociale con linguaggi e performance profondamente diverse tra loro: spettacoli teatrali, documentari, cabaret, danza, musica e una mostra.

Il tema
In questa terza edizione, civilMente parlerà dell’abitare: la casa ma anche il territorio in cui si vive, i muri come i coinquilini, l’appartamento come la piazza, il quartiere, il borgo, il rapporto con la comunità, le diverse comunità che forse convivono, il vicinato, la nostalgia, l’abbandono e il ritorno. L’abitare come un insieme di “dove” e di “con chi”.
Le collaborazioni
Torino è una città ricchissima di fermento e attività socio culturali e molte sono le
organizzazioni dell’economia civile che si impegnano quotidianamente per renderla più bella, vivibile, solidale, coesa.
civilMente si propone come luogo di raccordo, come luogo comune in cui queste realtà possono proporre le loro performances. Un unico cappello che accoglie le diversità di linguaggi, suggestioni, prospettive, per articolare una proposta organica e artisticamente accattivante.
Il cartellone 2012 vede, così, la proposta di eventi organizzati da una pluralità di soggetti, il cui elenco è in costante aggiornamento. Ad oggi sono previste le collaborazioni di: Sottodiciotto film fest, associazione FIERI, associazione Pentesilea, Associazione Etinomia dalla Val di Susa, CRUD- centro regionale della danza, Associazione Empateia e Comitato per l’imprenditorialità femminile della Camera di commercio di Torino, Casa del Quartiere di San Salvario.

La direzione
La direzione artistica da quest’anno è affidata ad Enrico Gentina responsabile di
Municipale Teatro la residenza teatrale leggera di San Salvario. La direzione organizzativa è curata da Laura Sacco, per l’Osservatorio sull’economia civile della Camera di commercio di Torino.

Il comitato promotore
Il comitato promotore di civilMente è costituito da: Osservatorio sull’economia civile della Camera di commerci di Torino, Associazione Baretti, Kairòs – consorzio di cooperative sociali, Confcooperative Torino, Legacoop Piemonte, Corso di laurea in Educazione Professionale dell’Università di Torino.

Le sponsorizzazioni
Nello spirito di civilMente, anche quest’anno si promuovono eventi gratuiti (o a modesto contributo) e il lavoro di organizzazione è finalizzato all’attivazione di collaborazioni tra diverse realtà culturali torinesi in modo da contenere al massimo i costi per la realizzazione della rassegna. Nonostante i finanziamenti che ciascuna organizzazione promotrice, e il contenimento dei costi, è necessario attivare altre fonti  di finanziamento per coprire i costi vivi di realizzazione della rassegna (spese di promozione, rimborsi spese artisti e ospiti, …). Per questo, civilMente 2012 prevede la richiesta di piccole sponsorizzazioni da parte di soggetti sensibili e la cui attività è coerente con lo spirito della manifestazione.